La Storia

Una dirigenza giovane con un progetto low cost, ma funzionale. Giocatori uniti e motivati per un obiettivo comune. Un gruppo coeso anche al di là del calcio. Questo è il Ronciglione United, giovane società della Promozione laziale nata nel 2010. La scalata è stata fulminea: tre promozioni in tre anni è l’invidiabile record di questa giovane squadra. Il traguardo che sembrava impossibile all’inizio di questa avventura è stato raggiunto prima del previsto. Il quinto anno in Promozione è un record per Ronciglione, che in passato aveva avuto un assaggio di questo difficile campionato, ma con l’immediata retrocessione. E pensare che la stagione più difficile è stata proprio la prima: in terza categoria l’entusiasmo era tanto e la strada per il trionfo è stata lunga e tortuosa. Ogni partita equivaleva a una guerra ed ogni trasferta nascondeva numerosi ostacoli, considerate le distanze e i caldi palcoscenici. I numeri di fine campionato però, sono stati impressionanti e nonostante il secondo posto la squadra è stata ripescata per i tanti punti ottenuti e grazie anche alla gratificante vittoria della coppa disciplina. Nel campionato successivo molti giocatori locali conosciuti a livello regionale hanno sposato l’interessante progetto e il campionato è stato stravinto. Il tridente d’attacco Farricelli, Oliva e Menichini ha regalato ai tifosi numeri da urlo, tra i quali miglior attacco e capocannoniere coi 30 gol di Menichini. In prima categoria, nonostante le numerose difficoltà a livello di infortuni, il Ronciglione United ha chiuso al terzo posto dietro ai “cugini” della Cimina Ronciglione. La soddisfazione maggiore fu la conquista della finale di Coppa Lazio: dando spazio anche ai giocatori meno utilizzati, la squadra è arrivata fino in fondo, compiendo una vera e propria impresa. Impresa solo sfiorata, perché a vincere è stato il Sabaudia, che con due uomini di vantaggio ha fatto sua la partita solo ai supplementari. Nell’estate successiva arriva la decisione di costruire una sola squadra di grande livello a Ronciglione. Viene perfezionata dunque la fusione con la Cimina, senza modificare però, l’oramai famoso marchio Ronciglione United. Famoso è la parola giusta perché uno dei maggiori introiti di questa società è proprio il merchandising. Magliette, felpe, tute, giubbotti e cappelli con il logo rosso preso dalla più famosa squadra di Manchester sono andati letteralmente a ruba nel corso dei vari anni. Per ampliare il progetto andava strutturato completamente il vivaio. Grazie alla fusione con la società Etrusca nasce l’Etrusca United, poi incorporata col nome Ronciglione United, riportando nel paese un settore giovanile scolastico che mancava da anni. Il sogno è quello di conquistare in futuro le categorie regionali, per formare dei ragazzi validi che andranno poi a portare in alto i colori della prima squadra. Il salto di categoria tra Prima e Promozione inizialmente è stato accusato dall’undici rossonero, ma col passare del tempo i giocatori hanno tirato fuori il meglio e sono usciti da una situazione difficile. I risultati non sono tardati ad arrivare: grazie al record di 11 vittorie consecutive, la squadra si è stabilizzata al quarto posto in classifica. Gli anni successivi in Promozione sono stati sempre ai vertici, senza mai terminare al di sotto del quinto posto. L’ultima stagione, col ritorno di mister Oroni, è terminata con il coronamento di un sogno: il Ronciglione United stacca il pass per l’Eccellenza in virtù del secondo posto conquistato in campionato. La vittoria ai quarti di finale contro l’Atletico Morena nella post season, garantisce un posto nella massima categoria regionale. A breve inizieranno i lavori per l’inerbimento del terreno di gioco, con un sintetico di ultima generazione.  Questo è l’interessante biglietto da visita di una società sana nata con i dettami del calcio moderno, abile a trasformare in oro le proprie risorse: dove arriverà questo Ronciglione United?

Organigramma